Interviste/Lodigiano/O.F. Dubbini/Storie

Codogno Calcio: 105 anni portati benissimo

Foto di Luigi Tommasini

Foto di Luigi Tommasini

L’intenzione di occuparci della memoria e della storia del lodigiano ci ha indirizzati anche nella scelta di sponsorizzare società sportive che rappresentano punti di riferimento importantissimi per il territorio.
Così, quest’anno, abbiamo deciso di sostenere il Codogno Calcio, una società sportiva che esiste dal 1908 e che ancora oggi consta di più di 150 persone tra sportivi, dirigenti e collaboratori.
Un’azienda a tutti gli effetti” ci spiega Aurelio Tansini, Presidente dell’Associazione dal 2009.
Lo abbiamo incontrato allo Stadio un venerdì pomeriggio dopo il lavoro, e ci ha raccontato la sua storia:
Mi sono avvicinato al Codogno Calcio 12 anni fa, al seguito dei miei due figli: entrambi hanno giocato per anni, ma dopo brutti infortuni si sono dovuti ritirare dal campo. Nonostante gli studi e il lavoro, hanno però scelto di restare nell’Associazione, uno come preparatore, l’altro come dirigente. Anch’io mi sono lasciato coinvolgere nell’organizzazione, fino a quando mi è stata offerta la presidenza. Mia moglie supporta la segreteria e ci aiuta con i lavori d’ufficio, e con questo possiamo dire che spesso in famiglia ci si vede più al campo che a casa
Tansini è di Corno Giovine, e ha un’azienda che opera da decenni nel settore tessile. Tutto il suo tempo libero è dedicato ai ragazzi del Codogno Calcio, che oggi si dividono in cinque squadre: “Copriamo praticamente tutte le fasce d’età, dai pulcini alla promozione. Rappresentiamo un luogo di aggregazione importante: i ragazzi col calcio imparano il divertimento attraverso la disciplina, capiscono cosa significano l’impegno e le dinamiche dello stare insieme, iniziano a gestire le vittorie e le sconfitte: il campo è una buona palestra di vita.
10 anni fa era più facile gestire la carriera sportiva di questi giovani – continua – oggi esistono molti più svaghi e molte più possibilità, quindi riuscire a stimolarli e coinvolgerli nel modo corretto è una scommessa individuale e societaria costante.”
Tansini ci racconta di come spesso ha visto lo sport salvare dei ragazzi, e aiutarli a superare momenti e situazioni difficili: “A fronte di impegno e devozione, l’Associazione regala soddisfazioni umane enormi.”
Il Codogno Calcio esiste da più di un secolo, e di ragazzi ne ha allenati e fatti giocare moltissimi: “E’ difficile prevedere la carriera di ogni singolo giocatore, ma sicuramente abbiamo elementi con le potenzialità giuste per arrivare lontano
Durante l’intervista il Presidente ricorda i momenti più belli che ha vissuto con l’Associazione, come la promozione all’Eccellenza vincendo il campionato o quando la squadra giovanile ha battuto in finale i ragazzi del Milan, e quelli più emozionanti, come l’encomio solenne ricevuto a Roma dalla Federazione per il centesimo anniversario: “Abbiamo avuto anche momenti brutti, superato sconfitte, ma lo abbiamo sempre fatto tutti insieme. Oggi, uno dei miei sogni è di vedere qualcuno dei nostri ragazzi approdare al professionismo.
E noi glielo auguriamo.

[Photo Credits: Luigi Tommasini – Clikart Fotottica]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...