O.F. Dubbini/Settore funebre

Funerali e illegalità: quello che non tutti sanno

tangenti

Molti di noi, probabilmente senza saperlo, sono stati coinvolti in situazioni illegali legate alla scomparsa di una persona cara. Approfittandosi del momento di dolore e della poca attenzione che in certi momenti viene data alle procedure, alcuni operatori adottano comportamenti al di fuori della legge per i propri interessi privati.
Bisogna però fare informazione, perché:
NON è legale che infermieri, medici, personale paramedico, pubblici ufficiali, soccorritori vi raccomandino o vi mettano in contatto con una determinata impresa di pompe funebri o vi consegnino un biglietto da visita

NON è legale che fuori dalla stanza d’ospedale o dalla camera mortuaria vi troviate un funzionario di un’impresa funebre senza che siate stati voi, di vostra spontanea volontà, a chiamarlo.

tangenti1
L’Italia, da nord a sud, è purtroppo afflitta dalla piaga dei “procacciatori” d’affari per le onoranze funebri, a scapito della legalità, tanto che molte amministrazioni locali hanno dovuto raggiungere accordi con le strutture sanitarie per vietare ufficialmente “il procacciamento ai fini del conferimento dell’incarico per lo svolgimento dell’attività funebre negli obitori, all’interno di strutture sanitarie di ricovero e cura o di strutture sociosanitarie e socio assistenziali pubbliche o private accreditate, nonché nei locali di osservazione delle salme e nelle aree cimiteriali”.
La Lombardia e il Lodigiano non sono estranei a questo fenomeno, e la cronaca giudiziaria lo ha ampiamente dimostrato. Gli interessi sono molti, e i reati vanno dalla concussione alla truffa ai danni dello Stato.
A rimetterci sono il mercato e l’economia, l’imprenditoria onesta, l’etica pubblica, la libertà del cittadino, la dignità di coloro che hanno perso una persona cara.
Non bisogna inoltre dimenticare che le “segnalazioni” vengono lautamente retribuite e il loro prezzo viene in qualche modo aggiunto all’importo del funerale che i parenti del defunto vanno a pagare.
Oltre ad essere coinvolti nell’illegalità, assecondando certi comportamenti si favorisce chi specula sui defunti e sul dolore degli altri, assumendosi anche il costo economico della delinquenza (perché non sarà sicuramente l’impresario corruttore a perdere denaro nella transazione).
La cronaca ci riporta episodi agghiaccianti e dinamiche che fanno rabbrividire, perché l’avidità porta le persone senza scrupoli e sfruttare ogni situazione possibile a proprio vantaggio: informarsi è il modo migliore per non cadere nella trappola.

QUI la legge regionale lombarda.

cimitero_genova_ansa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...